Lo stabilimento Prysmian Group di Slatina (Romania) premiato da JAC per le performance di sostenibilità

Il premio conferma l’impegno di Prysmian Group nella promozione della CSR in tutte le aree d’impresa: sociale, ambientale ed economica

Milano, Italia   -   Giovedì, Gennaio 17, 2019

Lo stabilimento Prysmian Group di Slatina (Romania), la più grande fabbrica di cavi ottici d’Europa, ha ottenuto uno speciale riconoscimento da parte di JAC (Joint Audit Cooperation) per le elevate performance di sostenibilità. La cerimonia si è svolta oggi, a Shenzhen, nell’ambito dell’ottavo JAC Forum durante il quale sono state premiate le aziende nel settore delle ICT (Information Communication Technology) che si sono contraddistinte per l’impegno nella Corporate Social Responsibility.

JAC è un'associazione internazionale composta dai principali operatori delle telecomunicazioni che valuta e promuove l'implementazione di best practice di CSR nei centri produttivi delle aziende che operano nel settore. Il processo di audit e valutazione, che si è svolto attraverso visite nell’impianto e interviste al management e ai lavoratori dello stabilimento, ha valutato eccellente la performance delle politiche di Corporate Social Responsibility adottate da Prysmian Group a Slatina, con un punteggio complessivo di 96,9 su 100 e un rating “A”.

Lo stabilimento di Slatina si è distinto, in particolare, nelle aree “Health and Safety”, “Working Hours”, “Business Ethics”, “Child Labour and Juvenile workers”, “Forced Labour”, “Freedom of Association”, “Disciplinary Practices”, in cui ha ottenuto un punteggio pari al 100%. JAC ha sottolineato anche la qualità e l’efficacia del sistema di gestione di Slatina, stabilimento inaugurato nel 2017 con l’obiettivo di ampliare la capacità produttiva del Gruppo per soddisfare la crescente domanda di cavi ottici.

“Questo importante riconoscimento conferma l’impegno di Prysmian Group nella promozione di attività e progetti che puntano a creare valore per tutti gli stakeholder, in particolare le comunità e i territori nei quali operiamo”, ha affermato Andrea Pirondini, Chief Operating Officer di Prysmian Group.

Grazie ai risultati positivi raggiunti nel 2017, il Gruppo ha confermato il posizionamento nei principali indici e assessment internazionali di sostenibilità, tra cui FTSE4Good, Dow Jones Sustainability Index (DJSI) e CDP (Carbon Disclosure Project).

Nel corso dell’anno, tra le altre attività, Prysmian ha portato avanti la ricerca nell’ambito dei cavi sottomarini in grado di essere installati ad altissime profondità (fino a 3.000 metri), ha sviluppato la tecnologia “Lead Less” per l’eliminazione del piombo dai cavi energia e ha portato avanti la ricerca nei sistemi in cavo HVDC a 525 kV con la tecnologia P-Laser – che permette la realizzazione di cavi riciclabili ed ecosostenibili – in grado di garantire una potenza trasportata maggiore. Nel segmento Telecom, il cavo ottico FlexTube ha raggiunto l’ulteriore primato di 3.456 fibre che consentono di ridurre l’impatto delle opere civili durante i lavori di installazione. Infine, nel 2017, l’emissione di sostanze lesive per lo strato di ozono è diminuita del 5% (649 Kton rispetto ai 684 Kton del 2016).

Download PDF file_download Download Picture file_download