Twitter Facebook Linkedin Youtube
Prysmian Group Italia

Italia

Prysmian Group Italia Prysmian group - logo

Prysmian - Draka - logo

LA GUIDA DI PRYSMIAN SUL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR)

img-news-widget

Share:

Il ruolo dei cavi nella CPR (Regolamento Prodotti da Costruzione EU 305/11)


Il nuovo Regolamento europeo per i prodotti da costruzione (CPR) stabilisce le condizioni per l'immissione o la messa a disposizione sul mercato di una vasta gamma di prodotti da costruzione e materiali per l’edilizia; riguarda, infatti, tutti i prodotti da costruzione fabbricati per essere installati/utilizzati in modo permanente negli edifici e nelle infrastrutture. L’obiettivo è quello di assicurare informazioni affidabili su questi prodotti in relazione alle loro prestazioni, attraverso la definizione di un “linguaggio tecnico comune” e di metodologie uniformi di facile attuazione, che consentano anche di diminuire gli oneri amministrativi delle imprese (PMI)

La CPR nasce per far fronte a una delle preoccupazioni principali: la sicurezza delle persone e dei beni in caso di incendio. Sicurezza che si è tradotta, appunto, nella determinazione di criteri di valutazione delle prestazioni che i prodotti che devono soddisfare in caso di incendio.

Tra i prodotti da costruzione oggetto della CPR un ruolo preponderante è ricoperto dai cavi; nello specifico il nuovo regolamento fa riferimento a tutti i cavi di potenza, controllo, comunicazione, in rame, alluminio e fibra ottica, per installazione all’interno di edifici e soggetti a requisiti specifici di comportamento in presenza di fuoco, indipendentemente dal voltaggio.

Le performance da valutare, secondo la CPR, sono:

  • La reazione del cavo al fuoco (propagazione di fiamma e incendio);
  • La resistenza al fuoco (capacità di un cavo di rimanere operativo durante un incendio).

La CPR definisce a livello europeo le modalità attraverso cui devono essere svolte le prove di reazione e resistenza al fuoco. Ad oggi, è stata pubblicata definitivamente la norma che descrive la prova di reazione al fuoco; sono in corso i lavori di definizione della norma comune relativa alle prove di resistenza al fuoco.

Il nuovo Regolamento europero prevede una grande novità per il mercato elettrico, e in particolare per il settore dei cavi. Riconoscendo l'importanza del comportamento al fuoco dei cavi ed il loro ruolo in caso di incendio, la CPR introduce una loro specifica classificazione.

Con il Regolamento Europeo i cavi verranno classificati in 7 categorie: A, B1, B2, C, D, E, F in funzione delle loro prestazioni decrescenti (tipo il rilascio di calore e la propagazione della fiamma).

Oltre a questa classificazione, considerando l’importanza dei cavi per la tutela e la sicurezza delle persone e dei beni materiali (in quanto devono prevenire la propagazione dell’incendio dalla stanza in cui si è generato a quelle adiacenti), la CPR prevede dei parametri aggiuntivi, di fondamentale importanza, per l’utilizzo di cavi più sicuri, che in fase di combustione, consentano di mantenere un buon livello di visibilità all’interno dell’ambiente interessato dall’incendio, facilitando l’individuazione delle uscite di emergenza e l’evacuazione dell’edificio da parte delle persone coinvolte. I parametri in questione sono:

  •   "a" = acidità
  •   "s" = fumo
  •   "d" = gocciolamento. 


Di seguito lo schema che riepiloga la classificazione:



table-guida-regolamento-europeo

A livello nazionale si sta lavorando per definire l’associazione tra la classe di performance del cavo e le varie tipologie di applicazione.

Una descrizione dell’Euroclasse che si potrebbe, ad esempio, utilizzare in applicazioni gravose (tunnel) potrebbe essere la seguente: B2cas1ad0a1, dove:

  • s1a = s1 e trasmittanza in conformità di EN 61034-2 ≥ 80 %
  • d0 = assenza di gocce/particelle ardenti entro 1 200 s
  • EN 50267-2-3: a1 = conduttività < 2,5 μS/mm e pH > 4,3

Il Regolamento introduce per il costruttore due obblighi fondamentali:

  1. 1.    la dichiarazione di prestazione;
  2. 2.    la marcatura CE.

La dichiarazione di prestazione deve contenere informazioni sulle caratteristiche essenziali del cavo, tra cui, ad esempio, le sostanze pericolose in esso contenute, ma in particolare deve riportare l’Euroclasse di appartenenza.

La marcatura CE è l'unica marcatura che attesta la conformità del cavo alle performance indicate nella dichiarazione di prestazione.

Prysmian Group sta lavorando con impegno insieme ai principali enti normatori e tecnici alla definizione di questo Regolamento, al fine di garantire l’introduzione definitiva sul mercato di prodotti sempre più sicuri e affidabili per la salvaguardia delle vite umane e la protezione dei beni materiali.

Il percorso normativo della CPR verrà completato nel 2014 per consentire l’attuazione definitiva del Regolamento a partire dal prossimo anno.

Per essere aggiornati e avere maggiori informazioni continuate a seguirci